Il mensile pratico del mare sabato, 18 novembre 2017

Hong-Kong a Londra:
Soldini lancia la sfida


10-11-2017

Partenza prevista a gennaio per il trimarano multi 70 Maserati che sarà impegnato nel tentativo di battere il record di velocità da Hong Kong a Londra, via Capo di Buona Speranza

Hong-Kong a Londra:
Soldini lancia la sfida
Dopo aver conquistato il record sulla “Rotta dell’Oro” da New York a San Francisco nel 2012, Giovanni Soldini si prepara a un nuovo primato quello sulla “Rotta del Tè” da Hong-Kong a Londra lasciando a dritta il Capo di Buona Speranza.
Si tratta di una rotta lunga 13.000 miglia e impegnativa al punto da spingere il team di Maserati ad abbandonare momentaneamente la sperimentazione sui foil e tornare a regime parzialmente dislocante, per quando può esserlo il Multi 70 Maserati.
 
Soldini si lancerà nella sfida a gennaio prossimo insieme ad altri quanttro membri d'equipaggio: Sébastien Audigane (FRA), Guido Broggi (ITA), Oliver Herrera (SPA) e Alex Pella (SPA).
Il primato da battere è di 41 giorni, 21 ore, 26 minuti e 34 secondi, stabilito da Lionel Lemonchois a bordo del catamarano di 100 piedi Gitana 13 con 9 uomini d'equipaggio.
Il percorso si annuncia particolarmente impegnativo per la lunghezza, ma anche per i complessi passaggi nel Mar di Cina, molto trafficato da navi cargo e pescherecci, nel il Mare di Giava costellato da isole, il passaggio di Capo di Buona Speranza da doppiare in direzione contraria a quella in cui solitamente spirano i venti. Non meno impegnativo è poi l'avvicinamento all’Europa, nell'Atlantico settentrionale, in pieno inverno con il rischio concreto di incappare in depressioni e mareggiate.
L'arrivo è sul fiume Tamigi, sotto il ponte Queen Elizabeth II, a poche miglia dal centro di Londra.
 
«Hong Kong - Londra è una rotta storica ed epica – ha dichiarato Soldini – per questo abbiamo deciso di lanciarci in questa grande avventura. Ripercorrere le strade dei Clipper dell’epoca Vittoriana è affascinante. Su queste traversate ci sono stati i primi sviluppi per rendere le imbarcazioni sempre più veloci e performanti, le origini dello yacht design, perché arrivare primi a Londra significava vendere il Tè al triplo del prezzo. Per noi è un’impresa sportiva: vogliamo battere il record di Gitana, anche se il catamarano francese era 30 piedi più lungo di noi e il percorso è probabilmente il più lungo mai affrontato da un MOD70. Ci aspettiamo condizioni favorevoli nell’Oceano Indiano, ma il Nord Atlantico d’inverno è imprevedibile e penso rappresenti la parte più complicata dell’intera tratta»
Maserati lascerà le Hawaii a fine novembre con rotta verso Okinawa, in Giappone. Quindi ripartirà alla volta di Hong Kong, dove dai primi di gennaio sarà in stand-by in attesa di una finestra meteorologica favorevole per il record.
 

Link: