Il mensile pratico del mare martedì, 12 dicembre 2017

Idec batte la Queen Mary 2
e fa il record in Atlantico


12-07-2017

Francis Joyon sul suo maxi trimarano di 31 metri mercoledì 12 luglio ha stabilito il record in solitario sulla rotta dell'Atlantico del Nord. Era partito per sfidare il lussuoso transatlantico britannico. Che arriverà giovedì.

Idec batte la Queen Mary 2
e fa il record in Atlantico

Era partito per sfidare la "Queen Mary 2", il veloce transatlantico britannico, e non solo lo ha battuto, ma ha anche fissato il record in solitario dell'Atlantico del Nord. Il navigatore francese Francis Joyon, 65 anni, al timone del maxi trimarano Idec Sport (31,50 m) mercoledì 12 luglio alle 0137 (Utc) ha tagliato  l'allineamento di Cape Lizard (Gb) dopo 5 giorni, 2 ore e 7 minuti dalla sua partenza dall'Ambrose Light di New York (Usa). Ha stabilito così il nuovo record di traversata in solitario dell'Atlantico settentrionale, ritoccando di 49 minuti il suo precedente primato che aveva conquistato nel 2013. È stato un record “imprevisto”, quello del navigatore transalpino, che era salpato da New York senza “routage”, né particolare preparazione o attendere favorevoli finestre meteorologiche.

«Il tempo non è stato eccezionale – ha dichiarato lo skipper – e tutto il primo giorno ho tirato bordi contro vento. Ma il giorno dopo, si è insediato un buon sistema di pressione. Ho quindi visto la Queen Mary 2 che ripartiva per l'Europa. Ho pensato che visto che se non era stato possibile batterla alla partenza da Saint-Nazaire, potevo provare ad arrivare in Bretagna prima che lei raggiungesse Southampton. L'ho agganciata e ho attaccato. Ho trascorso due giorni a più di 30 nodi in modo permanente. Temevo l'arrivo in Europa perché il vento soffiava da Nord Est. Ma l'anticiclone delle Azzorre ha avuto la buona idea di andare un po' indietro e mi ha permesso di entrare nella Manica con venti da Sud Ovest».

Quella di Joyon è stata anche una sorta di rivincita, visto che il 25 giugno aveva già partecipato insieme ad altri 4 multiscafi (e con un equipaggio di 5 persone) alla “The Bridge”, una sfida contro il maestoso transatlantico inglese nella rotta verso New York, con partenza dal porto francese di St. Nazaire. Gara vinta dalla lussuosa nave. Questa volta vele e vento hanno avuto la meglio su gasolio e motori. La Queen Mary 2 è attesa infatti a Southampton solo per giovedì mattina.

Link: