Il mensile pratico del mare mercoledì, 17 agosto 2022

Blue II

Blue II
  • Dettagli tecnici:
  • Lunghezza: 10,40m
  • Larghezza: 5,95m
  • Pescaggio: 0,90m
  • Peso: 3,30t
  • Velatura: 65,20mq

Tipo: Multiscafo

Cantiere: Bénéteau, Francia

Progettista: Philippe Briand

Èstato l’unico catamarano prodotto dal cantiere francese Bénéteau. La velocità tra i suoi pregi

Nel 1985 il cantiere francese Bénéteau, tra i maggiori produttori di imbarcazioni a vela, decise di entrare nel mercato dei multiscafi. Nacque così il Blue II, un catamarano da crociera con l’anima sportiva progettato dall’architetto Philippe Briand, ancora oggi una delle firme più note del marchio d’Oltralpe. Il multiscafo rimase in produzione per tre anni, periodo durante il quale ne furono costruiti e venduti 48 esemplari. Nonostante il successo riscontrato tra il pubblico nel 1988 la Bénéteau ritirò dalla produzione il Blue II che rimane, fino a oggi, l’unico catamarano realizzato dal cantiere. Costruito in vetroresina, con gli scafi collegati da una struttura formata da tre elementi trasversali in alluminio, il Blue II è un multiscafo dalle linee slanciate, la tuga tonda e bassa e un grande spazio a prua. Gli scafi presentano una sezione trasversale che si allarga al di sopra della linea di galleggiamento, una soluzione che ha permesso di ottenere un volume maggiore negli ambienti interni, senza aumentare quello dell’opera viva che mantiene sezioni più sottili, quindi superficie bagnata ridotta e minore resistenza all’avanzamento. Queste caratteristiche, alle quali si aggiungono una lunghezza al galleggiamento di 8,90 metri e due chiglie fisse sotto le carene che misurano 90 centimetri nella parte con maggior pescaggio, permettono al Blue II di raggiungere buone velocità soprattutto in assenza di onda. L’opera morta, invece, si caratterizza per le murate basse che si alzano verso prua, una soluzione che dà al catamarano una linea sportiva, ma che lo penalizza durante la navigazione con mari formati a causa di una minore protezione dal moto ondoso. Il Blue II ha un armo frazionato con un albero in alluminio a un ordine di crocette sul quale si alzano 65,20 metri quadrati di vela, la randa ha una grande superficie (37 mq) e un profilo molto allunato supportato dalla parte parte superiore completamente steccata. A prua può essere alzato un genoa da 27, 60 metri quadrati o in alternativa un fiocco da 17,40 metri quadrati autovirante. Una velatura potente, considerando il peso di sole 3,3 tonnellate, a cui si può aggiungere nelle andature portanti uno spinnaker di 86 metri quadrati Le linee esterne hanno un disegno innovativo rispetto ai canoni stilistici degli Anni 80, la coperta ha una tuga corta e larga dalla forma arrotondata con un’ampia finestratura frontale e due più piccole laterali; occupa quasi tutto il baglio, lasciando poco spazio ai passaggi laterali. Tuttavia questa caratteristica va a vantaggio degli ambienti interni che beneficiano di maggiore abitabilità e luminosità. Il pozzetto è largo e poco profondo ed è protetto parzialmente dai profili laterali della tuga, all’estremità delle quali sono sistemate le due ruote del timone. La posizione di governo è rialzata permettendo a chi governa di avere una visuale migliore. A prua si trovano un trampolino a rete e tre gavoni per stivare le vele e le attrezzature. Una porta scorrevole in plexiglass immette dal pozzetto al quadrato. Quest’ultimo è occupato in gran parte da un divano a “C” con tavolo centrale che può ospitare fino a 8 persone; la zona è ben illuminata e aerata grazie a quattro oblò frontali apribili. Ci sono due cabine doppie ognuna delle quali è posta a prua di ogni scafo ed è illuminata dalla finestratura laterale della tuga. Cucina e bagno sono disposti invece a poppa degli scafi, la prima in quello di dritta e il secondo in quello di sinistra. Manca un ripiano per il carteggio ma un vano destinato alle apparecchiature elettroniche e alle carte può essere ricavato sulla murata dello scafo sinistra, nel disimpegno tra il bagno e la cabina. La motorizzazione prevede due propulsori da 9,5 hp o, in opzione, due da 15 hp.