Il mensile pratico del mare venerdì, 19 agosto 2022

Louisiane 37

Louisiane 37
  • Dettagli tecnici:
  • Lunghezza: 11,28m
  • Larghezza: 6m
  • Pescaggio: 1,01m
  • Peso: 4,36t
  • Velatura: 71,40mq

Tipo: Multiscafo

Cantiere: Fountaine Pajot , Francia

Progettista: Michel Joubert e Bernard Nivelt

Louisiane 37 il primo catamarano di serie del cantiere Fountaine Pajot versatile e innovativo

All'inizio degli anni 80 sull’onda delle vittorie nelle grandi regate oceaniche comincia a diffondersi prima in Inghilterra e poi in Francia la cultura dei catamarani da crociera. Tra i cantieri d’oltralpe, il primo a lanciarsi in questo nuovo settore di mercato è Fountaine Pajot che nel 1983 presenta un progetto destinato a influenzare tutta la produzione successiva di questa categoria di barche e a rivoluzionare la crociera moderna: il Louisiane 37. Il disegno è affidato ai progettisti Michel Joubert e Bernard Nivelt, freschi dell’esperienza del maxi catamarano da regata Charente Maritime dal quale prendono spunto per concentrare in questo multiscafo di 11,28 metri doti marine, attitudine sportiva, comfort e facilità di manovra. Una combinazione di caratteristiche mai offerta prima da queste imbarcazioni destinate al diporto, tanto che il successo del Louisiane 37 è immediato e presto si diffonde tra le società di charter che lo impiegano soprattuto nelle isole caraibiche. La ricerca delle prestazioni salta subito all’occhio osservando la forma degli scafi, caratterizzati da slanci notevoli, prue sittili per fendere le onde, baglio massimo contenuto e linee tese. I primi esemplari erano dotati di derive mobili, sostituite nella seconda versione del catamarano, varata nel 1986, da pinne di deriva rigide con pescaggio di un metro. Notevole anche l’altezza della struttura centrale sull’acqua che aumenta il comfort con mare formato. La costruzione è in sandwich di poliestere che assicura rigidità all’insieme e contiene il dislocamento a 4,36 tonnellate. Sulla coperta si apprezza l’ampiezza degli spazi grazie alle dimensioni contenute della tuga, ma anche la corretta disposizione delle manovre e il dimensionamento efficace dei winch. A prua è collocato il trampolino a rete, mentre il pozzetto consente spazio sufficiente e buona visibilità al timoniere che ha tutte le manovre sottomano e può contare sulla risposta pronta del timone a barra (in alcuni modelli è presente il timone a ruota). La superfice velica, con randa dalla forma allunata e genoa rollabile, raggiunge i 71,40 metri quadrati e consente discrete velocità anche in presenza di deboli brezze. Riguardo gli interni, dagli spazi contenuti ma funzionali, Joubert e Nivelt hanno optato per una struttura centrale separata dagli scafi, soluzione improntata al contenimento dei pesi. Agli ambienti degli scafi e alle relative cuccette, infatti, si accede attraverso un ingresso indipendente dal pozzetto: una caratteristica frequente su multiscafi sportivi che in caso di maltempo può risultare disagevole, ma che assicura la completa intimità per gli occupanti delle cabine. Nella struttura centrale è invece collocato un grande quadrato con divano a “U” e tavolo centrale in grado di accogliere fino a sei persone, efficacemente illuminato grazie ai numerosi osteriggi sulla tuga che permettono anche di controllare la navigazione; il tavolo inoltre è abattibile per ricavare una doppia cuccetta supplementare. In questo ambiente unico si trovano anche una cucina accessoriata e un angolo per il carteggio con un tavolo di dimensioni generose. Gli scafi laterali offrono altezze contenute (1,70 metri) e ospitano una cabina doppia centrale e una cuccetta doppia a castello nella parte poppiera a cui si aggiunge nello scafo di dritta un bagno con altezza che raggiunge i 1,75 metri. Cabine e cuccette sono dotate di armadi per le cerate e stipetti per gli effetti personali. Il Louisiane 37 è equipaggiato con motore fuoribordo alloggiato su un supporto centrale. Dal 1983 al 1988 ne sono stati costruiti oltre 90 esemplari.