Il mensile pratico del mare lunedì, 15 agosto 2022

Tiki 21

Tiki 21
  • Dettagli tecnici:
  • Lunghezza: 6,40m
  • Larghezza: 3,66m
  • Pescaggio: 35m
  • Peso: 350t
  • Velatura: 19,25mq

Tipo: Multiscafo

Cantiere: ,

Progettista: James Wharram

Un modello di successo firmato da James Wharram: pratico, essenziale, votato alla crociera vagabonda

 

Nel 1982 la rivista nautica americana Cruising World aveva lanciato un concorso di design per una barca di piccole dimensioni, adatta alla navigazione costiera e al campeggio nautico, facilmente trasportabile e con allestimenti interni per almeno due persone. Estrema manovrabilità, peso ridotto e costi contenuti completavano le doti richieste al nuovo progetto. Ad aggiudicarsi il concorso fu il Tiki 21, catamarano di 6,40 metri che sintetizza perfettamente la filosofia del suo ideatore, il progettista inglese James Wharram, un personaggio in qualche modo rivoluzionario nello yachting moderno, considerato il “padre” dei catamarani da crociera fai-da-te. I suoi multiscafi essenziali, marini, ispirati alle primitive canoe polinesiane, hanno fatto scuola fin dagli Anni 60 riscuotendo un grande successo in tutto il mondo (oltre 6.000 i suoi progetti, di cui almeno la metà tradotti in barche naviganti). Navigatore e promotore di uno stile di vita disinvolto e anticonformista, tipico della cultura hippy, in realtà come progettista Wharram è abbastanza tradizionalista. Secondo lui il progetto di un’imbarcazione dovrebbe essere più attento alla sicurezza che alle prestazioni, privilegiare la marinità piuttosto che lo spazio e il comfort di bordo. Il Tiki 21 condensa tutto questo. Come gli altri disegni di Wharram, è progettato per essere agevolmente autocostruito. Il tempo stimato per realizzare la barca completa è di circa 400 ore di lavoro. Tra i materiali di costruzione viene privilegiato il compensato marino, facile da assemblare, mentre il lamellare per le sue doti di resistenza e flessibilità viene consigliato per la ruota di prua e le ordinate. Tra le soluzioni tecniche adottate da Wharram spiccano i classici scafi simmetrici a forma di “V” che consentono di navigare nelle andature di bolina senza la necessità di chigliette e derive, e aumentano la stabilità a grandi angoli di sbandamento. Il Tiki 21 inoltre pesca appena 35 centimetri e può navigare veramente dappertutto. Altro elemento originale sono le traverse del catamarano che sono esterne, ossia legate agli scafi con delle cime prestirate: in questo modo, assicura il progettista, i punti di maggiore sollecitazione della barca sono a vista e possono essere sempre tenuti sotto controllo. Lo stesso sistema di fissaggio con cavi, è adottato per la struttura centrale del catamarano e per i doppi timoni. La struttura centrale in realtà non prevede una tuga vera e propria: tra i due scafi, infatti, c’è solo il pozzetto, mentre per il passaggio da uno scafo all’altro sia a prua che a poppa sono collocati dei classici trampolini a rete. In questo modo se lo scafo sopravento viene sollevato dall’acqua quando la barca sbanda, il vento soffia attraverso le reti, piuttosto che contro una struttura uniforme che spingerebbe ulteriormente lo scafo verso l’alto. A poppa sono collocati due pratici supporti (uno per lato) dove può essere montato il timone a vento. Piuttosto originale anche l’armo velico a sloop di superfice contenuta, ma con una randa senza stecche e dotata di picco, molto efficace anche nelle brezze leggere. In ciascuno degli scafi, dotati entrambi di doppi comparti stagni antiaffondamento a prua e a poppa, sono allestite due cuccette con gavoni di stivaggio sia al di sotto che alle estremità delle stesse. Un altro gavone accessibile solo attraverso un boccaporto è collocato in entrambe le prue degli scafi. Durante le soste in porto o in rada, inoltre, si può montare una tenda sul trampolino centrale e ottenere così una sistemazione più grande e protetta. La barca armata pesa 350 chilogrammi, si monta e si smonta in pochi passaggi e può essere trasportata su un carrello al traino anche di un’automobile utilitaria.