Il mensile pratico del mare martedì, 04 agosto 2020

Approdi sicuri e in rete
le iniziative al via


05-06-2020

In molte regioni della penisola porticcioli e marina si sono uniti per garantire a utenti e società di charter protocolli “antiCovid-19” e ormeggi sicuri a prezzi calmierati.

Approdi sicuri e in rete
le iniziative al via

L’attività nautica sta ripartendo e anche gli approdi della penisola si stanno riorganizzando con nuove offerte dedicate a facilitare la sosta e il transito degli utenti,  ma anche a garantire alle società di charter condizioni di noleggio ottimali con sanificazioni e protocolli “antiCovid19”. Vediamone alcune.

Sardegna - Per aiutare il diporto, duramente colpito dalla crisi economica causata dal lockdown, in Sardegna è nato Safe Sardinia, un progetto di sicurezza sanitaria che coinvolge per ora 26 tra i più importanti porti turistici dell’isola. Attraverso un portale web e un’applicazione scaricabile sullo smartphone l’utente può conoscere le strutture coinvolte, la loro geolocalizzazione e sapere in anticipo tutti i protocolli anti Covid-19 adottati per la sicurezza di barche, ambienti, pontili, spazi comuni, lavoratori, ospiti e tutti i servizi correlati all’attività portuale. Il portale fornisce inoltre un decalogo sui comportamenti da tenere, le informazioni sul territorio e sul sistema sanitario locale, nonché tutta la modulistica on-line e la guida alla cartellonista di emergenza e la posizione dei presidi individuali e collettivi. Prima di giungere in Sardegna l’armatore può quindi scaricare i moduli, compilarli e inviarli telematicamente alle autorità e al porto di destinazione; l’applicazione consente anche di essere aggiornati costantemente su eventuali variazioni o integrazioni dei protocolli di emergenza sanitaria.

Toscana – Il Consorzio Marine della Toscana riunisce 6 realtà della regione per un totale di 2.500 posti barca dai 5 agli oltre 100 metri di lunghezza. Si propone di offrire navigazioni in sicurezza per utenti e società di charter  grazie a un unico protocollo anti Covid-19 adottato da tutti i porti e le marine associate. Si rispettano le normative sanitarie contenute nei dispositivi legislativi e si offre ai diportisti un allestimento particolare sui moli e negli approdi in transito con un tratto di “banchina sicura”, delimitata e oggetto di sanificazione costante, dedicata agli yacht, alle imbarcazioni in transito e ai charter. Accanto al servizio di banchina sicura, è previsto un servizio accoglienza per le procedure di arrivo in sicurezza, senza la necessità per il comandante o l’armatore di recarsi negli uffici portuali o alla reception del porto. Ne fanno parte  Marina Cala de’ Medici, L’Ormeggio di Marina di Salivoli, Yacht Broker e Viareggio Porto 2020 a Viareggio, Porto Azzurro all’Isola d’Elba e Marina Arcipelago Toscano (con 656 posti barca) di prossima realizzazione per accrescere la capacità di accogliere megayacht nell’area di Piombino. Il progetto mira a coinvolgere tutti i porti e marine toscane per la costruzione di una rete di approdi con mobilità facilitata, prezzi convenzionati e ormeggi assicurati.

Puglia - Prende spunto dal popolare ski pass dolomitico, il progetto Porti di Puglia ideato da Assonautica Italiana. Una iniziativa che prevede una card (Med Pass Port) con la quale il diportista potrà approdare dove vuole e fermarsi quanto vuole nell’ambito di un network di marine pugliesi aderenti all’iniziativa. In una prima fase sperimentale il progetto parte questa estate con il Marina di Vieste e il Porto Turistico di Rodi Garganico, dove chi affitta un posto barca in una delle due strutture potrà utilizzarne uno anche nell’altra senza costi aggiuntivi. Prevista anche una promozione sull’affitto del posto barca con prezzi decrescenti in base ai tempi di prenotazione; una formula che funziona come il low cost aereo dove chi acquista prima paga meno.