Il mensile pratico del mare giovedì, 02 febbraio 2023

Con dicembre
l'ultima Bolina di carta


16-12-2022

Con il numero 413 di Bolina si chiude un'era: cessano d'esistere le edizioni cartacea e digitale della nostra storica testata. Proseguirà l'attività giornalistica con Bolina.it, Bolina2 e le nostre newsletter

Con dicembre
l'ultima Bolina di carta
Il numero di dicembre di Bolina, quello attualmente in edicola, è l'ultimo a essere pubblicato in versione cartacea e digitale. Le condizioni di sofferenza endemica in cui da anni versa l'editoria mondiale, aggravate dalla crisi economica e dai recenti rincari del costo della carta e delle forniture, obbliga anche la nostra casa editrice, ormai fortemente compromessa, a fare un passo indietro. 
 
Dopo 38 anni di presenza nella stampa di settore, questa decisione è per noi motivo di profondo rammarico, ma è ormai chiaro che per fare informazione puntuale, seria e svincolata dalle logiche del marketing, occorra intraprendere altre strade.
Di qui la scelta di perpetuare la nostra missione, mantenendo una roccaforte online nel mondo dell'informazione nautica attraverso tre canali differenziati:
 
1. Bolina.it. Il sito di Bolina continuerà a fare informazione d'attualità quotidiana;
 
2. Le nostre newsletter. Le tradizionali rubriche di Bolina saranno veicolate attraverso comunicati inviati per email. Iscrivendosi a questo servizio gratuito è possibile leggere risposte ai più interessanti quesiti ricevuti dai nostri lettori, novità in ambito di accessori, curiosità e pillole di arte marinaresca, schede di barche, recensioni di libri, l'attualità della settimana e notifiche degli ultimi articoli pubblicati su Bolina2.
Oggi sono circa 15.000 gli utenti registrati. Se non l'hai fatto ancora iscriviti!
 
3. Bolina 2. Nato alcuni anni fa, Bolina2 è il web magazine riservato agli abbonati, un database interrogabile per parola chiave, autore o titolo, arricchito quotidianamente di articoli nuovi o d’archivio. Attualmente sono oltre 800 gli elaborati presenti su questa piattaforma di immediata fruizione.
Per accedere a Bolina 2 è sufficiente essere abbonati ed utenti registrati a Bolina.it.
 
D'ora in poi pertanto quella a Bolina 2 sarà l'unica forma di abbonamento disponibile per fruire degli approfondimenti elaborati dalla nostra redazione. Le sottoscrizioni in essere alla versione cartacea o digitale, saranno automaticamente convertite a Bolina2 per il periodo di validità dell'abbonamento medesimo.
Siamo consapevoli del disagio arrecato e non possiamo che scusarcene. Abbiamo tenuto duro oltre il ragionevole, affrontando una burrasca che ancora non accenna a placarsi. Un lunga, difficile bolina che ha causato avarie e che ci costringe infine a cambiare rotta.
Nella speranza che vogliate  stare ancora con noi, fornendoci stimoli e suggestioni per raccontare lo splendore del mare e del nostro lento incedere tra le onde, vi auguriamo buon vento riproponendo a seguire l'ultimo, "profetico", editoriale pubblicato sulla nostra tanto amata rivista.
 
 
"Buon vento” è il saluto da sempre in auge tra i velisti. I naviganti francesi dicono “Bon vent”, quelli anglosassoni “Fair winds”, ma il significato è sempre lo stesso: “che i venti ti siano favorevoli”. Che è un po’ come dire “buona fortuna”, laddove il futuro è nelle mani del mutevole umore degli elementi.
Ma “Buon vento” nasconde anche un’implicita accettazione del distacco, un invito ad andare e a saper lasciar andare.
Ogni navigante dovrebbe essere consapevole che una navigazione, per quanto meticolosamente pianificata, conserva un margine di incertezza e in ogni caso, prima o poi, si conclude. È una situazione di precarietà che, senza scadere nell’avventatezza, va vissuta con leggerezza e sfruttata come chiave di lettura per valorizzare il presente, l’attimo da cogliere.
Le burrasche non sempre sono prevedibili e possono spingerci altrove, tanto che anche un navigante leggendario come Bernard Moitessier aveva ritenuto necessario stringere un’Alleanza con l’Universo per affrontare, in mare come nella vita, quel domani di cui non v’è certezza.
“Buon vento” è dunque l’augurio che rivolgiamo a voi, cari lettori, nella speranza che il nuovo anno vi porti ancora brezze favorevoli e splendidi orizzonti da sondare.