Il mensile pratico del mare martedì, 05 luglio 2022

La Vendée Artique
fermata dal cattivo tempo


20-06-2022

La regata degli Imoca 60 con periplo dell'Islanda si è conclusa su un percorso più breve per le dure condizioni meteo. Ha vinto il francese Charlie Dalin, Giancarlo Pedote ha concluso al 12° posto

La Vendée Artique
fermata dal cattivo tempo

Dopo appena sei giorni di navigazione è calato il sipario sulla Vendée Artique, regata di 3.500 miglia dedicata alla classe Imoca 60 e valevole come qualifica per il prossimo Vendée Globe, il giro del mondo in solitario. Sabato 18 giugno, alle ore 23 e 12, la direzione di regata ha infatti deciso di chiudere la gara in anticipo, cristallizzando le posizioni secondo il passaggio della nuova linea di arrivo tracciata a Sud Est della costa islandese. A determinare l'estrema decisione è stato il continuo peggioramento delle condizioni meteorologiche, un situazione che rischiava di mettere in pericolo l'incolumità dei 25 skipper in gara e anche quella delle barche.

Le prime avvisaglie sul rischio di proseguire la regata secondo programma si erano avute già il 16 giugno quando, davanti a previsione di vento in continuo aumento (50 nodi) con burrasca in arrivo, l'organizzazione aveva preso la decisione di modificare il percorso tagliando la circumnavigazione dell'Islanda per evitare alla flotta di spingersi troppo a Nord fino a lambire il continente Artico. L'avanzare della perturbazione aveva però reso anche questa misura non sufficiente, tanto che la direzione di gara comunicava l'intenzione di procedere a uno “Stop&Go”, invitando i concorrenti a rifugiarsi nei porti islandesi dopo avere attraversato un "cancello" a Sud Est dell'Islanda (che avrebbe congelato la classifica) per poi attendere il segnale di ripartenza una volta che le previsioni meteorologiche lo avrebbero consentito. Ma anche questa soluzione si è dimostrata rischiosa alla luce del peggioramento meteo e dopo meno di 48 ore è arrivato l'annuncio della conclusione della gara e la trasformazione del “cancello” in traguardo finale.

La seconda edizione della Vendée Artique, partita il 12 giugno dal porto francese di Les Sables d'Olonne si è conclusa dunque in netto anticipo con la vittoria del francese Charlie Dalin su Apivia, seguito dai connazionali Jérémie Beyou al comando di Charal e Thomas Ruyant al timone di Linkedout. In gara per l'Italia c'era Giancarlo Pedote su Prysmian Group che ha terminato al 12° posto dopo aver passato un “venerdì 17” davvero nero, con uno strappo alla randa che lo ha costretto a proseguire tenendo due mani di terzaroli oltre il dovuto e a essere meno competitivo per non rischiare danni maggiori alla barca. Sono stati invece cinque i concorrenti che si sono ritirati.

Link: