Il mensile pratico del mare domenica, 17 novembre 2019

Mini Transat: avaria al timone per Sericano. Buonanni torna in gara


07-11-2019

Dopo la partenza da Las Palmas per la seconda tappa della transatlantica in solitario, un guasto ha costretto i due italiani a valutare l'opzione di uno scalo tecnico alle isole di Capo Verde

Mini Transat: avaria al timone per Sericano. Buonanni torna in gara
Problemi tecnici per Matteo Sericano (classe Proto) e Marco Buonanni (classe Serie). Nel pomeriggio del 6 novembre i due italiani in gara nella transatlantica in solitario riservata a imbarcazioni di 6,50 metri, riscontravano un guasto al sistema di governo. I controlli effettuati dalle imbarcazioni di supporto hanno evidenziato per entrambi non meglio specificate avarie al timone.
 
I due sono stati quindi costretti a volgere la prua verso Mindelo, nelle isole di Capo Verde, quando si trovavano rispettivamente a 200 e 350 miglia di distanza dall'arcipelago.
Tuttavia, come si evince dal tracking cartografico, Buonanni, 36enne esordiente napoletano, ha arginato il problema con una riparazione di fortuna e la mattina del 7 novembre è tornato in gara. Naviga in 59° posizione tra i Serie.
Il genovese Sericano, 20 anni (il più giovane tra gli italiani a partecipare alla Mini Transat), è invece in prossimità di Mindelo. Avrà a disposizione 12 ore per rimediare all'inconveniente e riprendere il largo.
 
Nel frattempo il formidabile Ambrogio Beccaria continua a far parlare di sé. Dopo la vittoria della prima tappa, non solo è ancora in prima posizione tra i Serie, ma naviga al comando dell'intera flotta, appaiato al francese Fancois Jambou, sul Proto Team BFR.

                                                                         (Roberta Tofful)
 

Link: