Il mensile pratico del mare giovedì, 05 dicembre 2019

Mondiali di Auckland.
Italiani verso Tokyo 2020


02-12-2019

Dal 3 all'8 dicembre si disputano in Nuova Zelanda i Mondiali delle classi acrobatiche, Nacra 17, Classe 49er e 49er Fx. L'Italia è impegnata a conquistare la qualifica per le prossime Olimpiadi

Mondiali di Auckland.
Italiani verso Tokyo 2020

Oltre 200 atleti da 41 nazioni si sono riuniti al Royal Akarana Yacht Club, nel Golfo di Hauraki ad Auckland (Nuova Zelanda), per prendere parte ai Mondiali di vela delle classi acrobatiche in programma dal 3 all'8 dicembre. In gara, tre categorie spettacolari: Nacra 17 (catamarano misto foiling),  classe 49er (doppio acrobatico maschile) e 49er FX (doppio acrobatico femminile).

Gli equipaggi italiani puntano ad obiettivi differenti nelle tre classi. In classe Nacra 17 gli olimpionici Ruggero Tita e Caterina Marianna Banti sono impegnati a difendere il titolo mondiale 2018. Ma promettono bene anche gli equipaggi composti da Vittorio Bissaro e Maelle Frascari, Lorenzo Bressani e Cecilia Zorzi e Gianluigi Ugolini e Maria Giubilei. Dovranno vedersela con avversari temibili, come gli argentini Santiago Lange e Cecilia Carranza, gli australiani Jason Waterhouse e Lisa Darmanin e gli austriaci Thomas Zajac e Barbara Mats, tutti medagliati di Rio 2016.

Nei 49er e 49er Fx si compete invece per la qualifica ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020. Gli italiani guidati dal tecnico Gianfranco Sibello sono Uberto Crivelli Visconti e Gianmarco Togni, Simone Ferrarese e Valerio Galati, Jacopo Plazzi e Giacomo Cavalli. Per loro la sfida si rivela particolarmente difficile visto il brillante curriculum degli avversari in gara. Tra i favoriti figurano infatti i due fuoriclasse neozelandesi Peter Burling e Blair Tuke, oro olimpico a Rio 2017 e i tedeschi Eric Heil e Thomas Plossel, bronzo a Rio.

Tra gli equipaggi femminili, tutte giovanissime e promettenti le atlete allenate da Daniel Loperfido: Carlotta Omari e Matilda Distefano, Maria Ottavia Raggio e Jana Germani, Francesca Bergamo e Alice Sinno, Margherita Porro e Sveva Carraro, Alexandra Stalder e Silvia Speri (vincitrici a luglio, in Norvegia, del Mondiale Junior della classe). A loro il compito di insidiare il talento delle "kiwi" Alex Maloney e Molly Meech, argento a Rio 2016.
 

(Roberta Tofful)

Link: