Il mensile pratico del mare giovedì, 05 dicembre 2019

Signora del Vento
colpita dalle mareggiate


19-11-2019

La nave scuola incagliatasi nel porto di Gaeta il 17 novembre dopo aver rotto gli ormeggi, è stata recuperata. Avviate le perizie tecniche.

Signora del Vento
colpita dalle mareggiate

Sono terminate nella tarda serata di lunedi 18 novembre le operazioni di recupero della Signora del Vento, la nave scuola (85 m) incagliatasi nel porto di Gaeta (LT) all'alba di domenica. I rimorchiatori della Guardia di Finanza hanno portato a termine le complesse operazioni di recupero che si sono concluse alle ore 23,30, quando la nave è stata rimorchiata presso la Banchina "La Cittadella", all'interno del deposito Nato della Marina Militare.

La Signora del Vento, il più grande veliero italiano dopo l'Amerigo Vespucci in uso all'Istituto Nautico Caboto di Gaeta, era ormeggiata provvisoriamente alla Banchina Cicconardi. Alle ore 6,20 del 17 novembre a causa delle mareggiate che si sono abbattute sulle coste laziali (vento con raffiche fino a 50 nodi), anche l'ultimo dei 18 cavi di ormeggio ha ceduto, lasciando che il veliero andasse alla deriva per circa 15 metri. La nave si è quindi arenata nei bassi fondali antistanti i cantieri Italcraft.
A nulla sono valsi gli sforzi congiunti del comando di bordo e dei servizi tecnici della Capitaneria di Porto di Gaeta che hanno assistito alla rottura di due alberi causata dall'impatto con onde alte più di 4 metri.

Fortunatamente l'equipaggio è rimasto illeso e La Signora del Vento non ha imbarcato acqua.
Questa mattina il comandante regionale della Guardia Costiera Vincenzo Leone, si è recato a Gaeta per avviare le perizie volte a valutare l'entità dei danni riportati.

(Roberta Tofful)