blu
Il portale pratico del mare domenica, 21 luglio 2024

Transat Jacque Vabre
il maltempo scompiglia le carte


30-10-2023

L'avvicinamento di una forte depressione su Francia e Inghilterra ha spinto l'organizzazione a modificare radicalmente il percorso della regata

Transat Jacque Vabre
il maltempo scompiglia le carte
Imoca fermi in porto e Class40 e Ocean Fifty verso Lorient, per una inedita tappa intermedia. Sarebbero dovuti partire tutti insieme i partecipanti alla 16° Transat Jacques Vabre regata transatlantica in doppio con partenza da Le Havre e traguardo a Fort-de-France, in Martinica, invece una forte depressione che da martedì si abbatterà su Francia e Inghilterra ha scompigliato le carte. Gli unici che hanno potuto prendere il largo il 29 ottobre sul percorso originario sono stati i trimarani di classe Ultim che grazie alla loro velocità potranno “scavalcare” il fronte prima del suo arrivo. 
La profonda depressione il cui fronte spazza l'Atlantico dalla Manica a Gibilterra non lascia dubbi sull'estrema violenza degli elementi. 
 
«È una tempesta di una violenza piuttosto insolita. Vedere 65 nodi su una carta isobarica – ha commentato l'esperto Christian Dumard  – non è davvero comune. La violenza del fenomeno è dovuta alle correnti a getto, i venti d'alta quota che circolano ad alta velocità da più di dieci giorni sopra l'Atlantico e che alimentano le depressioni. Possiamo vedere chiaramente i tre centri di bassa pressione sulla mappa. Nel Nord della Scozia, quello che ha generato una settimana turbolenta  a Le Havre e gli altri due che si incontreranno secondo le frecce rosse disegnate dal meteorologo. L'estensione del fronte freddo (linea blu con triangoli) nel Sud del Portogallo mostra chiaramente che tutte le barche che non si fossero trovate a sud di Lisbona prima di mercoledì si sarebbero trovate col percorso sbarrato.
Questo tipo di situazione è del tutto eccezionale e colpisce tutto il traffico marittimo, non solo la nautica da diporto o le regate offshore. I trasporti speciali sono già stati sospesi nella baia della Senna, i pescatori torneranno in porto e anche le navi mercantili dovranno evitare queste zone. Un concorrente che fosse stato disalberato o gravemente danneggiato in mezzo al golfo durante la giornata di martedì non avrebbe avuto il tempo di raggiungere a velocità ridotta un riparo prima dell'arrivo di questa tempesta».
 
Resta da decidere quando far partire gli Open 60, rimasti in porto a Le Havre ad attendere il passaggio della depressione, e come disegnare il nuovo percorso delle diverse classi tra Bretagna e Martinica. Il Direttore della regata e il responsabile del meteo hanno confermato di voler prendere tempo per decidere, in quanto l’andamento della perturbazione, e la sua velocità, sono ancora sotto osservazione.
 
Nel frattempo comincia la conta delle avarie: alle ore 1:21 di lunedì 30 ottobre, il Class40 Crédit Mutuel con a bordo Ian Lipinski e Antoine Carpentier ha disalberato al largo della costa di Guernsey e ora sta dirigendo verso Cherbourg. Il porto francese è la destinazione anche di Dékuple, che presenta una delaminazione allo scafo in seguito a un probabile impatto con un ogetto non identificato. Problemi al timone, infine, per il Class40 Marine Tchalian (il primo con equipaggio martinicano al 100%) che sta dirottando su Guernsey.
 
Guida la flotta dei 12 metri in rotta verso Lorient Ambrogio Beccaria su Alla Grande Pirelli insieme a Nicola Andrieu. 

© Riproduzione riservata

Link: