Il mensile pratico del mare mercoledì, 12 dicembre 2018

Ancora un incidente
per Mura e Manuard


20-11-2013

La coppia di velisti in gara nella “Transat Jacques Vabre” ha rischiato la collisione con un cargo al largo di Capo Verde. Il Class 40 ha perso lo spinnaker e il bompresso. Provano comunque ad arrivare in Brasile.

Ancora un incidente
per Mura e Manuard

Ancora una prova di forza tra l’oceano e il Class 40 “Bet 1128” di Gaetano Mura e Sam Manuard in gara nella “Transat Jacques Vabre”, transatlantica dalla Francia al Brasile. Nelle prime ore di martedì 19 novembre la coppia di skipper stava navigando al largo di Capo Verde con venti sostenuti e onda formata, quando ha incrociato pericolosamente la rotta di un cargo. Mentre tentava di allontanarsi, la barca che in quel momento aveva due mani di terzaroli alla randa, il fiocco 5 e lo spinnaker, si è ingavonata e lo spinnaker ha incominciato a riempirsi d’acqua strappandosi e trascinando la barca. Nell’incidente si è rotto il bompresso e il velista sardo per evitare ulteriori danni all’armo velico ha deciso di tagliare le cime in dynema della vela portante, ormai inutilizzabile.


Cadute in acqua le cime si sono poi incattivate al bulbo della barca e lo stesso Mura si è dovuto calare sotto lo scafo per liberarlo. I due velisti stanno bene e dopo un iniziale smarrimento hanno comunicato di volere per il momento rimanere in regata arrivando in Brasile, anche se le prestazioni del loro Class sono alquanto compromesse e così le loro ambizioni di vittoria. Attualmente si trovano in 12° posizione. Peccato perché dopo avere rischiato un disalberamento che l'11 novembre li aveva costretti a riparare a La Coruña, stavano recuperando il ritardo accumulato.


 

Link: