blu
Il portale pratico del mare venerdì, 12 aprile 2024

Arkea Ultim Challenge
Caudrelier al traguardo


27-02-2024

Lo skipper francese ha vinto il giro del mondo in solitario e senza scalo riservato ai trimarani oceanici

Arkea Ultim Challenge
Caudrelier al traguardo
Charles Caudrelier ha tagliato la linea d'arrivo di Brest martedì 27 febbraio alle 8,37 dopo 50 giorni e 19 ore di navigazione, vincendo così la prima edizione della Arkea Ultim Challenge, giro del mondo in solitario e senza scalo riservato a trimarani oceanici di classe Ultim. 
50 anni compiuti un giorno prima di rimettere piede a terra, in Francia lo hanno già battezzato "imperatour", l'imperatore. 
 
E in effetti, al comando del Maxi Edmond de Rothschild, Caudrelier non ha lasciato spazio agli avversari confermandosi leader assoluto della gara sin dalle prime battute. Mantenendo la media di 23,7 nodi ha stabilito per altro il primato tra Cape Agulhas, in Sudafrica, e la longitudine della Tasmania col tempo di 8 giorni, 8 ore, 20 minuti e 36 secondi, nonché quello di traversata dell'Oceano Indiano (8 giorni e 8 ore).
 
Non pago di ciò, avendo accumulato oltre 2.000 miglia di vantaggio sul suo diretto inseguitore, Thomas Coville su Sodebo, a partire dal 21 febbraio Caudrelier si è potuto addirittura concedere una sosta di 4 giorni a Fajal, alle Azzorre, per interventi tecnici alla barca mentre una profonda depressione interessava il Golfo di Biscaglia.
Quando il 24 febbraio il Maxi Edmond de Rothschild ha ripreso il largo, Coville arrancava ancora a 1.170 miglia di distanza.
 
«È stato intenso – ha dichiarato Caudrelier al traguardo – anche se è durata un po’ più di quanto immaginassi. A bordo avevo 47 giorni di viveri, ne ho impiegati 50. Sarei potuto arrivare un po' prima sfidando la sorte, ma ho preferito un approccio conservativo. Non dobbiamo dimenticare che è una gara, non un record. Ma il lavoro è finito! Un'avventura incredibile».
 
Cresciuto in Bretagna, Caudrelier ha vinto la Solitaire du Figaro nel 2004 e la Transat Jacques Vabre nel 2009 e nel 2013. Nel frattempo nel 2011 aveva avviato la sua carriera nella Volvo Ocean Race a bordo della vittoriosa  Groupama 4. Un percorso fortunato quello nel giro del mondo in equipaggio che l'ha visto passare al comando di Dongfeng Race nel 2014 e vincere con lo stesso team nel 2018. 
 
Secondo al traguardo il 29 febbraio Thomas Coville su Sodebo Ultim 3, terzo il 3 marzo Armel Le Cléac’h a bordo di Maxi Banque Populaire.

© Riproduzione riservata