blu
Il portale pratico del mare martedì, 18 giugno 2024

Campriani in rotta
verso Guadalupe


13-03-2023

Il velista impegnato nel tentativo di traversata atlantica in solitario a bordo di una barca di soli 5 metri, è ripartito lunedì 13 marzo da Capo Verde

Campriani in rotta 
verso Guadalupe
Più che una traversata una vera Odissea quella di Alessio Campriani, il velista di Città di Castello (Pg) impegnato nel tentativo di traversata Atlantica in solitario. E non c'è da stupirsi visto che sta affrontando l'impresa a bordo di Cepu Pinky I, un prototipo di barca a vela di appena 5 metri. 
 
Campriani era partito da Lagos, in Portogallo, il 4 novembre 2022, con l’intenzione di raggiungere Guadalupe ma un infortunio lo aveva costretto a riparare a Lanzarote nelle Isole Canarie.
Di lì, dopo quasi 3 mesi di fermo forzato, lo skipper tifernate aveva ripreso il largo il 27 febbraio col proposito di portare a termine la traversata. Ma ancora una volta un guasto elettrico aveva messo in black out la strumentazione di bordo costringendolo il 9 marzo a fare scalo nell'isola di São Vicente (Capo Verde). 
 
Sostituita la batteria, riparata una vela strappata e messa ulteriormente a punto Cepu Pinky I, lunedì 13 marzo, il tenace solitario ha mollato nuovamente gli ormeggi dal porto di Mindelo (Capo Verde) con prua verso i Caraibi.
Lo attendono ora circa 2.100 miglia di navigazione oceanica che a una velocità media stimata di 5 nodi, corrispondono a 20 giorni di navigazione, senza motore, assistenza e questa volta anche di possibili scali intermedi.
La vera avventura, insomma, comincia ora.
 
La navigazione di Campriami può essere seguita al link 

© Riproduzione riservata