Il mensile pratico del mare lunedì, 18 febbraio 2019

Da Sanremo a Trieste
per ricordare Nazario Sauro


10-10-2016

Partito il progetto "Nazario100", periplo dell'Italia a bordo del "Galiola III" per celebrare l'eroe della Grande Guerra

Da Sanremo a Trieste
per ricordare Nazario Sauro

Il periplo dell'Italia da Sanremo a Trieste per ricordare Nazario Sauro, il marinaio e patriota irredentista italiano che per la sua attività di opposizione all'occupazione astro-asburgica dell'Istria fu impiccato per alto tradimento dagli austriaci il 10 agosto del 1916. A cento anni dalla morte il nipote Romano Sauro, ammiraglio della Marina Militare e presidente della Lega Navale Italiana, è salpato il 4 ottobre dalla città ligure per una navigazione celebrativa di due anni a bordo di "Galiola III", uno sloop di 9 metri del 1983.

Il progetto battezzato "Nazario100" prevede la sosta in 100 porti della penisola, durante la quale saranno organizzate delle conferenze sulla Grande Guerra e sarà presentato il libro Nazario Sauro, Storia di un marinaio i cui proventi della vendita andranno in beneficienza. Saranno inoltre organizzati degli incontri nelle scuole per far conoscere e sensibilizzare i giovani alla storia e la cultura marinara. Chi volesse partecipare all'iniziativa può inoltre imbarcarsi gratuitamente sul "Galiola III" e navigare per brevi tratti durante i trasferimenti da una tappa all'altra.

«l viaggio è iniziato il 25 settembre - ci scrive Romano Sauro - con il trasferimento della barca da Ostia a Sanremo, da cui il 4 ottobre è partito il tutto. L'iniziativa sta raccogliendo un "successo" insperato e sopra ogni più rosea aspettativa. Nei porti, a parte presentare il mio libro, incontro molte scolaresche (dalle elementari al liceo) che trovo tutte estremamente interessate, curiose e "assetate" di valori, quelli che cerco di travasare loro e che furono di Nazario Sauro: libertà, giustizia, solidarietà. Mi fanno molte domande e denoto un sincero interesse. Alcuni studenti, addirittura, del Nautico di Imperia mi stanno seguendo partecipando alle navigazioni tra un porto e l'altro. Ricordo in particolare Emiliana, Felicia, Beatrice e Pietro. Altri verranno con me da Finale Ligure a Savona e da qui a Genova. Insomma una cosa straordinaria che mette in evidenza quanto i nostri giovani, se interessati, sappiano apprezzare le cose della vita evidenziandosi molto migliori di quanto qualcuno vorrebbe farci credere».

Informazioni sul calendario e la rotta seguita sono disponibili sulla pagina facebook oppure si può scrivere all'indirizzo e-mail: sauro.cento@gmail.com
 

Link: