blu
Il portale pratico del mare domenica, 21 luglio 2024

Nuovo decreto:
motori a tutta birra!


10-05-2023

Pubblicato il testo correttivo del decreto del 1 settembre 2021: facilitazioni per i locatori di natanti e riduzione dei limiti di velocità

Nuovo decreto:
motori a tutta birra!
È stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale l'8 maggio la modifica correttiva (datata 6 aprile 2023) del decreto del 1 settembre 2021 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, relativo agli obblighi da ottemperare per l'utilizzo dei natanti da diporto.
 
Eliminati il divieto di sci nautico per i mezzi in locazione e l’obbligo da parte delle società di locazione di allegare alla comunicazione di inizio attività, copia del certificato di omologazione o della dichiarazione di conformità CE delle unità. 
Un punto, quest’ultimo, che abilita al noleggio tutte quelle unità, come ad esempio gozzi, barche tradizionali o che sono state immesse in commercio prima dell’introduzione, nel 1998, dell'obbligo di marcatura CE. 
 
Ridotti anche i limiti di velocità in prossimità della costa. Se prima, stando al decreto del 1 settembre 2021, si doveva mantenere il log al di sotto degli 8 nodi "entro 5.000 metri dalle coste" indipendentemente che si trattasse di spiagge o coste rocciose, con le nuove direttive tale limite vale solo entro "500 metri dalle coste rocciose alte sul mare ed entro 1.000 metri dalle spiagge". Dopodiché a tutta birra!
 
Ricordiamo che nel nostro paese non esiste un limite di distanza dalla costa a cui si può nuotare e che entro un miglio dalla terraferma, quindi entro 1852 metri, è consentita la navigazione a jole, pattini, sandolini, mosconi, pedalò, acquascooter, windsurf e derive con superficie velica non superiore ai 4 metri quadrati. Tra questi, da oggi, locatari magari anche inesperti, potranno sfrecciare a 20, 30 o 50 nodi sui loro potenti motoscafi. 
 
Vedremo con la conta degli incidenti la prossima estate se tale rivoluzione è ragionevole o, come riteniamo noi, una vera follia.

© Riproduzione riservata