Il mensile pratico del mare mercoledì, 26 giugno 2019

“Una vela senza esclusi”
a Palermo anche gli Hansa 303


12-06-2019

Dal 12 al 16 giugno il capoluogo siciliano ospita la 7° edizione dell'evento dedicato all'inclusione sociale e il campionato della barca paralimpica.

“Una vela senza esclusi”
a Palermo anche gli Hansa 303

Torna a Palermo dal 12 al 16 giugno  “Una vela senza esclusi”, la manifestazione organizzata dalla sezione locale della Lega Navale Italiana dedicata all'integrazione e all'inclusione sociale che offre l'opportunità agli atleti con disabilità di incontrarsi e competere in regata ad armi pari. In questa settima edizione l'evento è ancora più ricco, visto che ospiterà anche il Campionato di Vela Paralimpica Hansa 303 organizzato per la prima volta nel meridione.
Si comincia con lo stage federale al raduno della Classe Hansa che aprirà la manifestazione il 12 giugno. Qui saranno rappresentate ben 10 regioni italiane (Marche, Lombardia, Friuli, Liguria, Puglia, Calabria, Campania, Sicilia, Toscana, Lazio, ) con atleti sotto osservazione dei tecnici Fiv per la selezione per gli europei previsti per il mese di ottobre a Portimao in Portogallo.
Quindi il 13 giugno presso i locali dell’ex Fonderia Oretea alla Cala di Palermo si terrà il Convegno “Mare, Sport e disabilità: l’importanza di fare squadra". Il 14, 15 e 16 giugno saranno invece dedicati alle regate tra le boe. Due i campi di gara: uno per la classe Hansa 303 e l’altro per le 7 Azzurre della flotta Lega Navale Italiana; il campionato sarà valido dopo aver disputato almeno 3 prove e con un massimo di 5 prove nei 3 giorni dedicati, con la possibilità di scarto alla 4° prova.

Tra i partecipanti ci saranno Gian Banchisio Pira con all’attivo tre mondiali e una paralimpiade a Rio 2016, Marco Gualandris che ha conquistato il podio sia agli Europei che ai Mondiali del 2013, 2014, 2015 e Giulio Cocconi quattordicenne  detentore del titolo di campione italiano lo scorso anno. Gli atleti parteciperanno a bordo delle Hansa 303 in singolo.
Tra gli equipaggi delle “Azzurre” quello palermitano sarà rappresentato dalla "Vela del cuore" con un equipaggio tutto femminile formato da pazienti con cardiopatie congenite. Un'occasione per gettare le basi affinché il progetto "Vela del cuore" possa essere replicato anche da altre sezioni della Leha Navale Italiana, per smantellare l’idea che la cardiopatia congenita è una patologia che impedisce ai ragazzi di avere una vita normale.