Il mensile pratico del mare mercoledì, 23 gennaio 2019

È in edicola
Bolina di gennaio!
Cari lettori,
come si naviga nell’epoca dei cambiamenti climatici? Ne scrive il navigatore Jimmy Cornell (pag. 47). Il Belgio frena: stop al cambio bandiera (Coccia, pag. 45). Incontro a Porto Santo con Sven Yrvind che a 80 anni naviga su barche di 6 metri autocostruite (Daidola, pag. 51). Manutenzione: prendersi cura delle vele (Morelli, pag. 59) e ridurre i consumi del frigorifero (Giorgetti, pag. 86). Prosegue il dibattito tra barche vecchie e nuove. La parola a un docente di Ingegneria navale (Ponsicchi, pag. 63). Parliamo anche di tecnologia con gli strumenti che rendono più piacevole (e sicura) la vita dei giramondo (Marozzini, pag. 67) e di teoria con la descrizione della portanza (Mazzolini, pag.71) e di come si è sviluppato il profilo di pinna e bulbo (Cobau, 76). Poi ancora ancoraggi pericolosi, la scoperta dell’oceano Pacifico, l’autocostruzione di un whitehall, astri, meteo, notizie, regate, racconti, etc. B.V!
 
 
ONDA, PRENDIAMOGLI LE MISURE [pag. 39]
Nel programmare una navigazione è importante conoscere lo stato del mare previsto lungo la rotta: vediamo un metodo semplice per ottenere una stima accettabile
 
Astronomia
IL GIORNO DEGLI ASTRONOMI [pag. 41]
Per semplificare i calcoli relativi al moto di stelle e pianeti è stato introdotto il giorno giuliano, un’unità temporale che permette di uniformare la cronologia degli eventi
 
Cimeli
LA VENERE BELLA E CONTESA [pag. 43]
Un ufficiale di marina francese nel 1820 acquistò in Grecia una statua ellenica ritrovata da due contadini e la portò a Parigi creando una disputa internazionale ancora aperta
 
Estero
BANDIERA BELGA, ADIEU! [pag. 45]
Dal 1° gennaio 2019 scattano in Belgio le nuove norme che rendono più complicato registrare una barca agli stranieri. Con ripercussioni anche su chi l’ha già iscritta
 
Ambiente
LA SFIDA DEL GLOBAL WARMING [pag. 47]
Navigare in oceano in un’epoca di mutamenti climatici richiede una programmazione ancora più attenta. Molte le tempeste tropicali “anomale” per periodo e intensità
 
Oceano Atlantico
A PORTO SANTO CON SVEN YRVIND [pag. 51]
Nell’arcipelago di Madeira una piccola isola vulcanica di 42 chilometri quadrati fa da teatro all’incontro con uno svedese che da sempre attraversa gli oceani su micro barche
 
Grande altura
FUGA NOTTURNA DA PARASO BAY [pag. 55]
Una baia sconosciuta, un fondale cattivo tenitore e una sosta prolungata oltre il limite concesso dalle previsioni meteorologiche hanno generato una situazione di pericolo
 
In veleria
CURARE MEGLIO CHE STRAPPARE [pag. 59]
La sosta invernale è un’occasione propizia per rimettere in sesto le vele, pulendole ma anche effettuando interventi di riparazione, rinforzo e rimodellamento
 
Dibattito
OGNI BARCA è UN COMPROMESSO [pag. 63]
Stretta e fonda o larga e piatta? Con la chiglia lunga o pinna e bulbo? Che vola sulle onde o che le attraversa? Torna l’eterna discussione sullo scafo migliore. Che non esiste
 
Hi-tech
BENVENUTA TECNOLOGIA [pag. 67]
I dispositivi elettronici hanno reso la vita dei giramondo forse meno romantica, ma decisamente più confortevole e serena
 
Teoria
PERCHÉ NAVIGHIAMO DI BOLINA? [pag. 71]
La possibilità di risalire al vento è stata una grande conquista per la storia della vela anche se la spiegazione sul perché sia possibile è stata fornita solo recentemente
 
Design
PINNA E ZAVORRA, FELICE UNIONE [pag. 76]
L’esigenza di bilanciare piani velici sempre più potenti, di contrastare lo scarroccio e generare portanza ha condotto alla fusione dei 2 elementi essenziali di una barca a vela
 
Storia di giramondo
DURLINDANA, E LA VELA CONTINUA [pag. 78]
Un’avventura nata nel 1995 quando un ragazzo di poco più di 20 anni partiva dalla Liguria alla volta dei Caraibi. Dopo due decenni di navigazioni oceaniche il sogno prosegue
 
Storia
PACIFICO O MARE DEL SUD? [pag. 84]
La storia assegna a Vasco Nunez de Balboa la scoperta del più grande oceano del mondo. L’esploratore lo riteneva nell’emisfero australe: un equivoco durato fino ai giorni nostri
 
A bordo
FRIGO, MOSTRO MANGIA ENERGIA [pag. 86]
Alcuni trucchi per diminuire con semplicità i consumi dell’utenza responsabile del maggiore dispendio di corrente elettrica a bordo incrementandone anche l’efficienza
 
Marineria
BANDIERE, GUIDONI E GRAN PAVESE [pag. 89]
Funzioni e modalità di impiego dei segnali di bordo su stoffa: quando occorre alzarli, dove e il loro significato. Alfabeto e pannelli numerici del codice internazionale nautico
 
Autocostruzione
IN SELLA A UN WHITEHALL [pag. 91]
Partendo da una barca da lavoro statunitense Piero Barone ha ideato e costruito una originale deriva che oltre a navigare a vela può essere usata sia remando che pedalando
 
 
 
I COMMENTI
Coppa America - Ida Castiglioni
 
CINQUE SFIDE PER IL TROFEO
Lo spettacolo è in programma per ottobre a Cagliari e vedrà scendere in campo per la prima volta i nuovi monoscafi con foil AC75 nella tappa iniziale delle America’s Cup World Series... [ pag. 8 ]
Parola di Skipper - Giancarlo Basile
 
DOVE RIPOSA IL MARINAIO
La cuccetta è, come sappiamo, il letto di bordo che deve assicurare il riposo non solo nella quiete del porto ma anche in navigazione, con la barca inclinata sull’andatura di bolina o che beccheggia e rolla sul mare mosso alle altre andature [ pag. 12 ]
Greenpeace
 
IL PREZZO PAGATO DAGLI ANIMALI
Riuscite a immaginare la presenza di centoquindici bicchieri, quattro bottiglie, venticinque sacchetti di nylon e persino due sandali infradito, oltre a centinaia di altri pezzi di plastica, nello stomaco di un solo animale?  [ pag. 14 ]
L'architetto risponde - Rodolfo Foschi
 
RIMOZIONE DELLA BASE D'ALBERO E DERIVA BLOCCATA
In una barca di 36 anni può essere saggio verificare tutto, se dovessimo staccare questo componente per vedere cosa c’è sotto, andrebbero allentare le viti che lo fissano, dalla foto non si vede su cosa facciano presa, ma non sembra un lavoro difficile né pericoloso per la sanità della barca. [ pag. 16]
Cucina
 
POTASSOLO O MELÙ IL PICCOLO PELAGICO
Il potassolo (nomenclatura scientifica Micromesistius poutassou) appartiene alla famiglia dei gadidi, di cui alcune specie di merluzzi si trovano anche nel Mediterraneo.  [ pag. 18 ]
Blog - Alberto Casti
 
VIA LO SMARTPHONE, SI NAVIGA!
Sempre meno giovani vivono la vela come una grande avventura. Gli appassionati si interrogano: difficoltà economiche, mancanza di stabilità? Avanziamo un’altra ipotesi [ pag. 21 ]
 
LE RUBRICHE
 
Lettere a BOLINA [ pag. 5 ]
Notizie [ pag. 24 ]
Novità & Curiosità [ pag. 30 ]
Vela Sportiva [ pag. 32 ]
Cantieri [ pag. 37 ]
Secondo Look: Sun Odyssey 40, Catalina 25, XP-33, Baroudeur pag. [ 93 ]
Sapore di mare, gli articoli scritti dai lettori [ pag. 95 ]