Il mensile pratico del mare giovedì, 21 marzo 2019

A Ostia cantieri
sotto sequestro


04-03-2019

Il 2 marzo la Guardia di Finanza ha messo i sigilli a 9 società di servizi nautici e denunciato 55 persone che operavano occupando abusivamente aree demaniali.

A Ostia cantieri
sotto sequestro

Cantieri ancora nell'occhio del ciclone nel municipio romano Lido di Ostia, dove la Guardia di Finanza ha denunciato 55 persone e posto sotto sequestro 9 cantieri e 70 fabbricati realizzati lungo le banchine del fiume Tevere. L'operazione è scattata il 2 marzo quando i finanzieri hanno messo i sigilli ad abitazioni, capannoni industriali, autofficine, laboratori, ricoveri per attrezzi, rimessaggi per imbarcazioni, pontili attrezzati e una discarica a cielo aperto posti complessivamente su oltre 28.000 metri quadrati di terreno demaniale. Il ritorno delle aree nella disponibilità dello Stato obbligherà adesso gli armatori a trovare un nuovo ormeggio o spazio di rimessaggio per la propria imbarcazione.

Le indagini condotte dalla procura di Roma sono iniziate nel 2014 a seguito di un controllo fiscale nei confronti di una società che gestiva servizi per la nautica da diporto. La documentazione acquisita ha messo in evidenza che l'azienda occupava aree del demanio poste lungo le sponde del fiume Tevere senza avere alcuna concessione da parte della Regione Lazio. Da qui l'inchiesta si è poi allargata coinvolgendo altri soggetti privati che operavano abusivamente sul suolo pubblico o esercitavano attività diverse da quelle per il quale gli era stato concesso il permesso.

Non è la prima volta che la Procura capitolina interviene tra il municipio Lido di Ostia e il comune di Fiumicino, lo scorso ottobre infatti sempre la Guardia di Finanza aveva posto sotto sequestro diversi cantieri nautici a Fiumara Grande, la foce del fiume Tevere e a gennaio anche nel Porto Turistico di Roma, sul litorale di Ostia, sono stati effettuati numerosi sequestri a seguito di indagini su organizzazioni malavitose locali.